Morten Brask | La vita perfetta di William Sidis

[…] In un mondo – come è ancora il nostro – in cui si trasforma l’assoluta banalità dell’ordinario in qualcosa che dovrebbe ambire alla memorabilità, Sidis zoppica verso una normalità “privata” che gli è sempre stata preclusa. A che serve sapere tutto se è così...

Gabrielle Zevin | Tomorrow, and tomorrow, and tomorrow

[…] Giocare insieme è stato il cemento della loro amicizia, uno spazio in cui entrambi hanno accantonato maschere e paure per immaginare un posto sicuro e deporre le armi. I loro cervelli si completano, ma è sui loro cuori che si può fare meno affidamento. Il...

“La sorella di Mozart” di Rita Charbonnier: strepitoso!

[…] Loro due crescono in mezzo alle note, agli spartiti, agli strumenti, si cibano di musica rendendola gioco, vezzo, modo per comunicare tra di loro, scambiarsi segreti, parlare una lingua che solo loro due erano in grado di comprendere e riconoscere. Ma poi,...