ELENA SETIÉN, Moonlit Reveries

[…] Basca di San Sebastian e da tempo residente in Danimarca, si muove con un cantautorato pop sopra una musica secca, che prende dal legno e dal folk trasformando le sue scorribande in voli caleidoscopici. Alle pelli un Glenn Kotche ispiratissimo con il quale...

L’arte dell’imprevedibilità: Julia Holter

[…] Un talento come la Holter, infatti, è concepibile solo oggi, dopo che le ultime barriere tra sottogeneri sono crollate e un approccio sul serio sincretico alla realtà e alla musica rappresenta la base di forme sonore che inglobano di tutto. Forme che, nella...

Jane Weaver – Love In Constant Spectacle (Fire)

[…] E insomma sin da inizio secolo della Weaver era chiaro il suo essere nel contempo quintessenzialmente inglese e aperta a influenze continentali, dal krautrock alla canzone francese, alle colonne sonore italiane e questo senza trascurare influssi di Americana...

Lamante, “In Memoria Di”: crescere tra sangue e cicatrici

[…] Hai definito “perdita” la parola chiave del disco. Siamo in un mondo sospeso tra l’esserci sempre ed un legame sottile con tutto ciò che è troppo vicino o lontano da noi. Tu parli di famiglia, di generazioni, di territorio. Come artista e come donna, cosa...