Perfect days (2024)

[…] Per una volta i claim che potete leggere sulla locandina sono autentici e veritieri, Perfect days è un film che ipnotizza, dolcemente, aggiungo io, e davvero, non vorresti mai togliere gli occhi dallo schermo, fino all’indimenticabile piano sequenza...

Con la malinconia delle cose

[…] D’altra parte il tema – scottante anche e proprio in questi tempi di dibattiti su relazioni tossiche e femminicidi – riguarda non solo la voce di oggetti in radice inanimati, ma la degradazione a oggetti da possedere di persone e loro parti (o pertinenze...

Breaking Bad, o della malattia rivelata

[…] Si noti l’utilizzo del termine “cucinare”, questo verbo così accogliente, oggi sempre più diffuso, riconosciuto e addirittura prestigioso, che nel caso specifico subisce una sorta di “falso rovesciamento di senso”: Walter White e Jesse Pinkman sono a tutti...

Fame d’aria di Daniele Mencarelli

[…] «Frosolone è New York City. Tante strade, negozi. Qui la civiltà umana ha continuato ad attecchire, a differenza di Sant’Anna del Sannio, dove si è seccata da almeno mezzo secolo. “Per qualsiasi cosa, pagare una bolletta, un taglio di capelli, oramai sempre...

SWALLOW, di Carlo Mirabella-Davis

[…] Scopro inoltre che all’età di vent’anni (quando uscì il film ne aveva trentanove) il regista si identificava come donna e si faceva chiamare Emma Goldman, come l’anarchica rivoluzionaria lituana. Alla luce di quanto il film ha saputo...