Non si poteva restare indifferenti a Sinisa Mihajlovic

[…] Non era un centrale velocissimo ma aveva senso della posizione e tempismo negli interventi. Si aiutava di esperienza, e poi a pallone sapeva giocare. Giornata dopo giornata, affinò il suo terrificante calcio da fermo. Il paradosso fu che segnava più da...

Come suona una sconfitta a Belgrado

[…] Fare finta che calcio e politica siano due mondi lontani è sempre difficile e soprattutto illusorio, ed è praticamente impossibile a Belgrado, dove i segni delle guerre degli Anni Novanta non solo ci sono, ma vengono addirittura esibiti. La faccia più...