Dogman (Besson)

[…] A livello visivo stupisce un po’ vedere Besson non così colorato come di consueto (alla fotografia non c’è Thierry Arbogast) ma pieno di motivi “cromatici” metropolitani, cioè grigi, marroni e giallastri (come Léon, che però era di Arbogast, e quindi la sua...

DOGMAN

[…] Doug cresce di pari passo con la sua rabbia, il suo odio verso gli esseri umani e il suo desiderio di vendetta: una volta “sistematosi” e raggiunta l’indipendenza economica (ci riuscirà grazie ai suoi cani, ma non vi diciamo come), tutta la...