Il sol dell’avvenire (Nanni Moretti, 2023)

[…] Moretti torna a recitare sé stesso, in un film con tutti i suoi vezzi, le ossessioni e le caratteristiche: le nevrosi, le difficoltà relazionali, i turbamenti politici, l’amore per la canzone italiana (con brani di Battiato, Tenco, De André, ma anche...

Caterina va in città (2003)

[…] La tredicenne Caterina, cui l’esordiente Alice Teghil offre naturale stupore nel venire a conoscenza di un mondo a lei finora sconosciuto, andando incontro ad una progressiva maturità, funge da congruo barometro nel dare avviso della tempesta in atto...

Il sol dell’avvenire: recensione del film

[…] È vero che praticamente tutte le scene di Il sol dell’avvenire le avevamo già viste in film precedenti del regista: lui che va in giro per le strade di Roma, in monopattino però, non in Vespa, lui che canta male canzoni che gli piacciono, lui che parla dei...

Il primo giorno della mia vita

[…] Se Servillo è sempre sorprendente per naturalezza e sobrietà recitativa, così come Buy, Serraiocco e Mastandrea offrono interpretazioni piuttosto toccanti tra, rispettivamente, malcelato rancore, rabbia repressa per una insoddisfazione generata da una debole...

Il sol dell’avvenire

[…] Il compromesso escogitato da Moretti è quello di riscrivere la Storia, immaginando che determinati accadimenti abbiano avuto una diversa conclusione, consona ad una personale idealizzazione sociale, perché, come ha dichiarato in un’intervista al Corriere...