Adagio dal “Concerto per pianoforte n.23” di Mozart

[…] Questo concerto, come quello immediatamente precedente e quello successivo, fu composto, da Mozart, per se stesso, come esecutore. Era un modo per lui di guadagnare dei soldi perché l’attività di concertista si dimostrava molto più remunerativa di quella di...