“Mondo e Antimondo” secondo Umberto Maria Giardini

[…] “Mondo e Antimondo” è descritto come “un viaggio volutamente senza lieto fine”. Eppure, tutto si chiude con un appello all’impegno, all’etica. Mi piace pensare che quel “te”, a cui ti rivolgi nell’ultimo brano omonimo, rappresenti l’altro, la collettività....

Umberto Maria Giardini – Mondo e Antimondo

[…] “Mondo e Antimondo” non solo conferma UMG ad alti livelli, ma rappresenta uno dei suoi lavori migliori. Ascoltando un artista per così tanti anni si rischia di una certa assuefazione che potrebbe stancare l’ascoltatore, invece il cantautore di origini...