Nido di vipere (2022)

[…] Grande successo in Corea del Sud nel 2020 e arrivato in Italia due anni dopo, Nido di vipere, debutto cinematografico del regista Kim Yong-hoon (ovviamente niente a che spartire col dittatore della Corea del nord, la cui pronuncia occidentale del nome è...

NIDO DI VIPERE, di Kim Yong-hoon

[…] Il cineasta dal nome kiplinghiano riesce in parte in tutto questo, ogni storia ha il suo equilibrio, nessuna si sopraeleva sopra le altre e procede con un ritmo ben sostenuto ma che sa quando soffermarsi per chiarire tutti i passaggi dei vari intrighi che si...

Nido di Vipere – Recensione

[…] Yong-Hoon Kim, autore anche della sceneggiatura, dirige per la sua opera prima un affresco al neon dal forte cuore pul(p)sante, un esempio di cinema Coreano che farebbe impazzire i fratelli Coen, un teatro di marionette prive di scrupoli i cui fili vengono...