Il vero Maestro dell’horror. Intervista a Claudio Simonetti

[…] D.B.: Certo. E poi, dopo Profondo Rosso, c’è stato Suspiria che è un altro salto di qualità, perché in qualche modo prevedete il post punk. Nel 1977 facevate quello che poi i PIL hanno fatto nel 1981 con The flowers of romance: siete stati assoluti...

Non Ho Sonno

[…] Si tratta di sprazzi di grande cinema incastonati dentro una sceneggiatura non impeccabile (buttata giù insieme a Franco Ferrini e al giallista Carlo Lucarelli), uno script purtroppo macchiato da qualche buco in eccesso (con un paio di forzature che sfiorano...