Luciano Funetta – Domicilio sconosciuto

[…] Di Bolaño o di Cortázar o di Borges, come si fa a tracciare una linea di demarcazione che metta la realtà da una parte e la fantasia dall’altra, vale a dire scindere il possibile dall’impossibile? Chi legge letteratura latinoamericana è preda di un dubbio...