PAOLO DINUZZI, Invisible (2023)

[…] L’ottimo bassista e compositore pugliese guarda con pathos al mediterraneo, scrivendo trame fluide e coinvolgenti, un disco dove l’interplay è sempre improntato ad un jazz strutturato ma che non esaspera in tecnicismi, risultando comunicativo sin dalle prime...