Un Assegno… del destino

[…] Nell’Andrea Doria giocavano due “draghi” a nome Sardi e Santamaria. Dilettanti intemerati, ragazzi di virtù specchiate anche quando non assestavano pedate alla sfera di cuoio. La loro fama di atleti promettenti era tale che avevano attirato le mire della...