Yannick

[…] Non è chiaro, perché Yannick tiene in ostaggio pure noi, affascinati dallo scambio dei ruoli e dall’equilibrio del potere che oscilla, assistiamo a questa opera dentro l’opera senza capire dove Quentin Dupieux vuole andante a parare. E dove vuole...

Yannick

[…] In Yannick c’è una critica semplicemente a ciò che non piace. In questo caso il teatro come ambiente e luogo dove l’arte viene seminata come in REALITE’ dove però qui l’innesco è diverso e sembra nascere da un disagio interiore che si...

Yannick – La rivincita dello spettatore

[…] Sotto il suo sguardo finiscono infatti molte cose diverse: innanzitutto il populismo di chi pretende di rompere ogni convenzione in nome di un io collettivo malinteso, poi ovviamente un certo stanco rituale teatrale in cui i ruoli tra palco e platea sono...