20 Days in Mariupol (2023)

15/04/2024


[…]
È una visione sconvolgente, che con le sue riprese a mano immergere lo spettatore con crudo realismo nelle tragiche vicende, facendolo sprofondare nell’orrore della guerra come pochissimi documentari siano mai riusciti a fare. Lo scopo del regista non era solo filmare il conflitto, ma testimoniare la sofferenza delle persone, perciò la telecamera si sofferma sulle reazioni emotive delle famiglie che perdono i loro figli, dei bambini in lacrime che in pochi giorni si son visti strappare la loro vita, dei dottori e degli infermieri che tentano di fare di tutto per aiutare i malati negli ospedali rimasti senza energia elettrica e risorse mediche, delle persone che vengono saccheggiate delle loro proprietà e di quelle che vagano come spettri e senza meta per la città distrutta dopo aver perso le loro case e tutto ciò che gli apparteneva.
[…]





Fonte: Va e Vedi
nel canale: cinema