A bordo mare

28/04/2022


[…]
Ultimo della sua “trilogia del mare”2, il testo del 1955 consolida la postura rigorosa della scienziata, lo sguardo della bambina in esplorazione e il timbro poetico della cantadora che daranno corpo, nel 1962, a Silent Spring. Soprattutto, struttura il suo metodo di osservazione delle variazioni anche infinitesimali di luoghi esseri e fenomeni, che prefigurano incipienti catastrofi e la concatenazione di vittime che si dipana fino ai Sapiens.

In questo saggio, la latitudine cammina dalla Florida meridionale a Cape Code, sconfinando a nord verso Labrador, Groenlandia e Terranova. La longitudine è invece dominata dalle grandi correnti atlantiche, dai venti e dai vortici massivi che vi si generano, dai loro colpi trasversali contro le coste.
[…]





Fonte: La Grande Estinzione
nel canale: libri-e-lit-blog