Anarchy in the UKR

06/05/2024


[…]
Può l’anarchismo essere poetico? Quello che sembra dire Serhij Žadan è che l’anarchismo non può che essere poetico. Diviso in sei parti, questo libro così difficile da definire sembra unire forma e contenuto in un divertissement in cui si possono trovare tanti generi diversi: dall’autobiografia a una sorta di manifesto anarchico, dal diario di viaggio al reportage storico, dal racconto grottesco alla favola suburbana.

È come se Žadan avesse voluto scrivere un romanzo di formazione senza il romanzo e con una formazione destinata a diventare distruzione di ogni forma di potere opprimente, inclusa la gabbia del genere letterario. La materia prima sono gli stessi ricordi dell’autore, nonostante egli stesso dica che “tornare nei luoghi in cui sei cresciuto è quasi come tornare in un crematorio dove ti hanno già bruciato una volta”.
[…]





Fonte: Mangialibri
nel canale: libri-e-lit-blog