Cannes 2022. Hunt

20/05/2022


[…]
Il film di Lee Jung-jae che si ritaglia anche il ruolo dell’agente Park è un bel thriller sapido, che non ha paura di sporcarsi le mani con la storia del suo Paese e che un immagine ormai familiare della Corea degli anni ’80, preda degli istinti più crudeli, di una violenza istituzionalizzata, con una sempre più forte insofferenza ai regimi dittatoriali filoamericani.

Il caos regna sovrano e nessuno è davvero chi afferma di essere. le spie fanno il doppio, il triplo gioco, in una partita complicata, in cui ciascuno segue il proprio spartito, a costo di mettere a rischio la vita propria e altrui.
[…]

 





Fonte: Stanze di Cinema
nel canale: cinema