• cinema
  • Challengers non è un film sul tennis. Ma è molto altro

Challengers non è un film sul tennis. Ma è molto altro

17/04/2024


[…]
Come detto, non è un film sul tennis: è un film sul desiderio, le aspirazioni, le aspettative degli esseri umani per il proprio futuro. C’è il calcolatore, c’è l’edonista, c’è il succube: il triangolo che pure si genera nel corso della storia, e che non è uno spoiler visto che si intuisce pure dall’improbabile trailer, non è neanche legato alla crescita dei personaggi.

Le personalità e i caratteri che conosciamo al principio della storia restano identici fino alla fine: in un certo senso Guadagnino, e il suo sceneggiatore Justin Kuritzkes, prova a convincerci che noi non cambiamo, che restiamo delle bestie prevedibili e con in testa le nostre ossessioni e un modo davvero molto lineare di portare avanti i nostri affari.
Poi c’è un altro aspetto non secondario: la vita non è la sceneggiatura di un film, non è la sinossi di un romanzo, e oltre agli imprevisti della vita (pensate all’infortunio che colpisce Tashi/Zendaya già nel trailer) poi c’è la quotidianità con cui avere a che fare.
[…]





Fonte: N3rdcore | Film e serie tv
nel canale: cinema