Civil War

29/04/2024


[…]
Alex Garland
, dopo aver diretto un film di fantascienza, decide di dirigere un film dove la guerra ovviamente inventata, viene immortalata, in una drammaticità che non ti aspetti; lo fa ovviamente in un modo estremamente capace di metterti la pelle d’oca, perché ovviamente nulla è lasciato al caso, come è giusto che sia.
Sembra che abbia preso ispirazione da un altro film diretto da Joe Dante, per alcune cose che riguardano La Seconda Guerra Civile Americana, ma in maniera molto più dura, molto più drammatica rispetto al suo film.
La cosa che fa indignare di più, è il fatto che in guerra non ci sia una specie di giustizia, c’è solo anarchia, e a quella tutti quanti si attaccano in un modo che lascia estrefatti.
Penso che nonostante tutto, questo sia uno dei film migliori di Alex Garland, perché rispetta tutta la crudeltà umana riguardo alla guerra, e lo fa con una grettezza estrema e totalizzante.
[…]




Fonte: La fabbrica dei sogni
nel canale: cinema