• cinema
  • Civil War: recensione e migliori frasi

Civil War: recensione e migliori frasi

06/05/2024


[…]
Civil War racconta qualcuno che racconta qualcosa e noi, seduti al buio, guardiano loro, come noi ormai facciamo ogni giorno attraverso i nostri schermi, – tutti, telefonino, monitor, televisore – pensando di assistere allo spettacolo della verità. E anche la maggior parte di noi è anestetizzata. Lo sceneggiatore e regista di Civil War, Alex Garland, parla del nostro tempo. Racconta gli Stati Uniti devastati da una guerra civile, da un presidente che ha violato troppe leggi, costringendo i suoi cittadini a ribellarsi. California e Texas scendono in guerra contro il governo federale, ma non esistono i buoni nel multiverso della follia dell’America di Trump del futuro. L’esercito degli Stati ribelli vuole ristabilire la legalità democratica o separarsi dagli altri? Il dubbio ci tormenta quando vediamo la bandiera con solo due stelle e i soldati ribelli sono altrettanto crudeli di quelli presidenziali: esecuzioni sommarie, stragi di civili, fosse comuni.

E noi assistiamo allo show, insensibili, privati della possibilità di empatizzare con chi che sia anche perché i dettagli della situazione politica non sono noti e anche noi, come i foto reporter e i giornalisti, ne abbiamo viste troppe.
[…]





Fonte: Coccinema
nel canale: cinema