• musica
  • CLOUD NOTHINGS, “Final Summer” (Pure Noise Records, 2024)

CLOUD NOTHINGS, “Final Summer” (Pure Noise Records, 2024)

22/04/2024


[…]
“Se vogliamo che tutto rimanga com è, bisogna che tutto cambi” citando Il Gattopardo, e infatti Dylan Baldi e i suoi hanno firmato con la Pure Noise Records di Nashville, Tennessee, affidandosi ai servigi al desk di Jeff Ziegler, vincitore del Grammy per “A Deeper Understanding” di The War On Drugs del 2017, non esattamente le migliori premesse rock’n’roll se si considera che avevano lavorato con Steve Albini e John Goodmanson. Ne risulta tuttavia un disco svelto, apertamente college rock, dove le melodie emergono fresche e potenti (“Daggers Of Light”) e regna l’immediatezza tipica di gente giusta come i Superchunk o gli Archers Of Loaf (“The Golden Halo”).

Varcata la soglia dei trent’anni le liriche di Baldi si fanno personali – “Oh, I have some thoughts / Oh, I have some dreams / But I need to be happy / With what I’ve got for me“, dichiara la title track posta in apertura – ma anche universali in una “Silence” abrasiva alla maniera dei Nirvana di “In Utero”, “Why do you keep relying / On the man who said you should burn / This is an ancient terror / And I won’t you see when it’s gone/Another normal day / Another dying planet we’re on”.
[…]





nel canale: musica