CLUB DOGO, 17/4/2024

20/04/2024


[…]
Pubblico eterogeneo, “Cronache Di Resistenza” accolta dai boati, pugno alzato per Jake. Poi “Rap Soprano”, Mi Fist nelle orecchie, “Hard Boiled”. 23 anni dopo, appesantiti, lesi dal successo, gonfi. Tutt’altro, show basic, scratch e rime, poco altro. Dritta la scelta di iniziare un disco e spolparlo, considerando che la maggior parte del pubblico ai tempi era probabilmente altrove, o non aveva il permesso di frequentare certa teppa. “La Vida Loca” ed è stacco. Poi un bosco sullo sfondo, un dogo a brucare, arrivano le fiamme, cambio outfit e “Spacco Tutto” prende vita con migliaia di persone a chiudere le barre. Ballerine per “Chissenefrega (In Discoteca)”, gli zarroganti sono tornati in pista, la capacità di pompare banger come se non ci fosse un domani. Noi siamo il Club, non siamo più quello di Mi Fist, si passa avanti trasversalmente, che bello essere noi, gli album che scorrono mentalmente come vinili sotto le dita in un negozio.
[…]





Fonte: The New Noise
nel canale: musica