• musica
  • Come Phil Anselmo è sopravvissuto al gran casino di se stesso

Come Phil Anselmo è sopravvissuto al gran casino di se stesso

07/04/2024


[…]
Anselmo ha iniziato intitolando il suo primo album con la band proprio Power Metal. Power Metal era solo la versione dei Pantera del classico metallo spinto U.S., vale a dire quel genere epico e in procinto di complicarsi sul versante prog, professante proclami di purezza e mancata resa al sistema ammorbidente del metallicismo da classifica, svenduto e poser della metà degli anni ‘80. Quando le cose si sono spostate su una specie di nuovo thrash sugoso – ancora melodico, ma decisamente più spinto e granitico – vale a dire Cowboys from Hell, l’attitudine di Anselmo, sia nei testi che nel proprio comportamento dentro e fuori dal palco, rimaneva comunque power minded.

Anche dopo il 1991, con l’ispessimento ulteriore e l’abbandono quasi totale della melodia canora in Vulgar Display of Power, i testi e il comportamento di Phil continuavano a predicare una perenne autocombustione affermativa di se stessi, in guerra con il mondo, fieri e belligeranti condottieri nelle moderne strade dei clintoniani anni ‘90. E pure nel successivo e assoluto best-seller Far Beyond Driven, Anselmo seguitava a sfidare tutti, con un’attitude che rimandava alle posture orgogliose e distruttive di un giovane e sfibrato Henry Rollins, ma con una deriva pericolosamente machista e da saloon.
[…]





Fonte: Humans vs Robots
nel canale: musica