• libri-e-lit-blog
  • Dall’elettroshock all’abbandono: le atrocità del manicomio raccontate da Viola Ardone in Grande meraviglia, il nuovo libro

Dall’elettroshock all’abbandono: le atrocità del manicomio raccontate da Viola Ardone in Grande meraviglia, il nuovo libro

11/02/2024


[…]
In Grande meraviglia, Viola Ardone, si addentra in un’altra pagina oscura del nostro Paese e ci pone di fronte a questioni che sono state, e sono tuttora, di cruciale importanza, come: la complessità della mente umana, la cura dei disagi psichici, l’orrore dei manicomi, il labile confine fra normalità e follia, sanità e malattia, i rapporti familiari, la paura e il desiderio di libertà. In questo caso, il tema dell’individuo, e quindi dei singoli personaggi, è inevitabilmente connesso a quello della collettività, e determinato ovviamente dal contesto sociale, politico e storico nel quale si inserisce. Infatti, attraverso le vite di Elba e del dottor Meraviglia, la scrittrice denuncia la situazione dei manicomi e le pratiche barbare applicate al loro interno, come l’elettroshock, e la facilità con cui si poteva finire recluse e abbandonate per motivi non strettamente legati a insanità mentale.

Il romanzo, suddiviso in più piani temporali, avanza su due binari paralleli. Viene alternata la narrazione di Elba, negli anni Ottanta, e quella di Fausto in tempi molto più recenti quando, ormai settantacinquenne, abbandonato da moglie e figli, ripercorre a ritroso le tappe fondamentali della sua vita tirando le somme.
[…]





Fonte: Rivista Blam
nel canale: libri-e-lit-blog