• libri-e-lit-blog
  • Essere umano o non essere umano? “Lo scarabeo nel formicaio” di Arkadij e Boris Strugackij. 

Essere umano o non essere umano? “Lo scarabeo nel formicaio” di Arkadij e Boris Strugackij. 

14/05/2024


[…]
Se nelle opere degli anni Sessanta gli autori prediligevano mondi catastrofici segnati da società totalitaristiche, come in Trudno byt’ bogom (“È difficile essere un dio”, 1964), negli anni Settanta gli scenari da loro prediletti prendono la forma  che questi si auguravano per il futuro: un universo privo di guerre, conflitti, povertà, violenza e disillusione, ma in cui permangono comunque le complessità dei rapporti umani e non-umani e, soprattutto, il progresso tecnologico e i suoi rischi, come già nel 1960 rappresentato efficacemente dal polacco Stanisław Lem in Powrót z gwiazd (“Ritorno dall’universo”).

In questo senso, Lo scarabeo nel formicaio si inserisce in un orizzonte immaginifico dove la Terra è dominata dalla pace e dall’uguaglianza, grazie allo sforzo del Comcon-2 di estendere tale armonia anche alle società aliene. Tuttavia, il mistero intorno alla scomparsa del Progressore Lev Albakin e la segretezza della missione per cui è stato incaricato Maksim Kammerer suggeriscono una crepa nell’utopia, che viene svelata al lettore gradualmente e secondo le modalità in cui i materiali d’archivio di Albakin, insieme alle fonti ricavate dall’incontro con suoi vecchi conoscenti, pervengono a Kammerer.
[…]





Fonte: Andergraund
nel canale: libri-e-lit-blog