Il bar delle grandi speranze

25/04/2024


[…]
Della vita di Moehringer, una persona comune e pressocché sconosciuta, non me ne poteva fregare di meno. Ogni aspirante scrittore pensa che la propria vita sia degna di un romanzo e prova a raccontarla. Moehringer ha saputo rendere avvincente la propria storia e il merito non è solo delle sue doti narrative ma soprattutto del bar, vero protagonista del romanzo. E’ nel bar che mi sono ritrovato, non nello scrittore, non nell’uomo. Ho assaporato l’atmosfera del locale, le bevute, i racconti che si alternano tra un bicchiere e l’altro, perché sono cresciuto allo stesso modo, con gli stessi dubbi adolescenziali, lavorativi, sentimentali, gli stessi rifugi e gli stessi rimedi per andare avanti.
[…]





Fonte: Topper Harley
nel canale: libri-e-lit-blog