• calcio
  • Il calcio italiano ha dimenticato il 25 aprile

Il calcio italiano ha dimenticato il 25 aprile

28/04/2024


[…]
L’Académica de Coimbra ha pubblicato alcune foto dei suoi tifosi e dei suoi studenti (d’altronde, è la squadra dell’università) che già dalla fine degli anni Sessanta avevano iniziato a contestare il regime: “Dal 1887, dal lato giusto della Storia”. Per contro, in Italia solo il Pescara – da anni molto attivo su tematiche sociali e politiche anche sui social – ha deciso di ricordare il nostro 25 aprile. Un passo indietro, addirittura, rispetto all’anno scorso, quando almeno il Milan aveva celebrato la Liberazione, unica tra le squadre di Serie A.

La cosa più avvilente di tutto questo comportamento è che, così facendo, questi club non vengono meno solo alla storia del proprio paese, ma anche alla loro stessa storia come società di calcio. Nessun post dalla Roma, che lo scorso 4 febbraio ha perso Giacomo Losi, terzo per presenze in giallorosso dopo Totti e De Rossi, e che da ragazzino nel Cremonese, prima di scendere nella Capitale, era stato una staffetta partigiana. Niente dal Torino, che tra le sue fila ha avuto, tra il 1937 e il 1940, Bruno Neri, il più famoso calciatore partigiano morto combattendo i nazisti.
[…]





Fonte: Pallonate in faccia
nel canale: calcio