• musica
  • KOYAANIS NAQOY: LETTERE DALLA FINE DELL’ANTROPOCENE

KOYAANIS NAQOY: LETTERE DALLA FINE DELL’ANTROPOCENE

22/01/2024


[…]
LG:
Dalle esperienze di poesia performativa alle esplorazioni sonore. Il ruolo del duo Kaspar Shauser nel passaggio tra le due forme di espressione artistica.

AD: Siamo sempre nel 2015 e con l’amico e poeta Frankie Fancello stavamo esplorando il concetto di poesia violenta. Entrambi abbiamo in comune l’amore artistico incondizionato per William Burroughs e i Coil: volevamo fare qualcosa di simile, qualcosa che fosse musicalmente violentissimo e liricamente devastante, apocalittico. Secondo me, in parte ci siamo riusciti, di registrato c’è poco e nulla purtroppo, forse qualcosa su soundcloud. I live erano un’esperienza per noi estremamente divertente: oltre all’harsh noise e ad altre mitragliate sonore facevamo partire delle strumentali techno/rave e contemporaneamente performavamo canzoni anarchiche e poesie nostre.
[…]





Fonte: collettivoinconscio
nel canale: musica