Kurt Cobain: dalla sua voce

05/04/2024


[…]
Dal ventre del sogno americano vengono fuori il disincanto, il dolore e la rabbia di un eterno ragazzo di Aberdeen che voleva suonare punk, e ritrovò la sua faccia in rotazione su MTV. Territorial Pissing riesce a raccontare bene la veloce transizione dei Nirvana da gruppo della scena alternativa a messaggeri universali del grunge dopo il terremoto Nevermind. Sono da poco cominciati i Novanta, e la gente fugge l’apatia dei giorni cercando nuovi profeti. Smells Like Teen Spirit inizia a suonare dappertutto, le richieste di intervista ai Nirvana si moltiplicano.

Credo che ci siamo trovati nel posto giusto al momento giusto nel panorama musicale, perché tutti i vecchi dinosauri del rock, le star dell’heavy metal, si limitavano a tirare avanti, facendo sempre le stesse cose.” Krist Novoselic.

Cobain confessa il suo disagio: vorrebbe non suonare più il tormentone Smells Like; riconosce che è un gran pezzo, melodicamente arguto, ma si è stancato; prova a mantenersi aperto al nuovo pubblico di occasionali che riempiono i concerti, cerca di smussare gli angoli duri di sé stesso, ma si capisce che ha difficoltà ad adeguarsi al passaggio dalla piccola dimensione del club al grande palco dove quasi non riesce più a vedere Krist Novoselic e Dave Grohl al suo fianco.
[…]





Fonte: L'indiependente
nel canale: musica