La Piedad

20/10/2023


[…]
Alcune scene (le immagini del parto valgono da sole il prezzo del biglietto) lasciano davvero il segno, dopotutto quello di Eduardo Casanova è un cinema destabilizzante, disgustoso e in questo caso persino opprimente. Perso tuttavia per strada l’approccio corale del debutto, “La Piedad” si concentra esclusivamente sulla relazione (dai contorni incestuosi) tra i due protagonisti: è qui che il regista madrileno non offre un granché, vista l’identità monodimensionale dei personaggi (in cui spicca solo ed esclusivamente la presenza istrionica della madre). Così facendo, “La Piedad” perde la sua carica drammatica, mettendo invece in circolo un parallelismo sulla carta interessante ma privo della giusta aderenza. Entra così in gioco la tematica della dipendenza e della manipolazione, non a caso le dinamiche relazionali tra Mateo e Libertad sono simili a quelle di un popolo sottomesso alla dittatura
[…]





Fonte: Cinema Estremo
nel canale: cinema