• musica
  • Luchino Luce è il martire anarchico della “Nuova Italia”

Luchino Luce è il martire anarchico della “Nuova Italia”

05/07/2023


[…]
La comunicazione via social che introduce l’ep esce lo stesso giorno della morte di Silvio Berlusconi, tanto che mi sorge il dubbio che stesse aspettando la sua dipartita per pubblicarlo.

Mentre ce la ridiamo mi racconta che è successo tutto spontaneamente: “Avevo delle riprese in un campo di grano. Il giorno dopo Juck, il mio coinquilino, mi dice che è morto Berlusconi, quindi ho scaricato un suo comizio e l’ho inserito alla fine del video. La sua morte era fondamentale per quello che volevo dire con Nuova Italia”.

Da quando ha iniziato a fare musica Luchino Luce attira l’attenzione del pubblico con un’estetica fortemente di destra, ma nei testi ne pugnala i valori fondanti. Il rap di oggi rispecchia a pieno quello che è stato Berlusconi e la cultura che ha impiantato in Italia. Basti vedere tutti quegli artisti che al sapere della sua morte ci hanno fatto le stories con le lacrimucce. “Se pensi che Inoki rappresentava un immaginario di sinistra, con la trap si è capovolto tutto. La morte di Berlusconi porta con sé l’inizio di una nuova era, una Nuova Italia appunto”.
[…]





nel canale: musica