• cinema
  • L’uomo che schivava i proiettili: Il mio nome è Remo Williams (1985)

L’uomo che schivava i proiettili: Il mio nome è Remo Williams (1985)

25/05/2022


[…]
La formula era assolutamente moderna, attualissima ancora oggi: un “uomo medio” dal potenziale inespresso, un affidabile servitore della legge con passato militare, viene reclutato da un’associazione segreta extra-governativa chiamata “CURE” che si propone di “tappare i buchi del sistema legale” decidendo in autonomia chi sono i cattivi e auto-assegnandosi il compito di neutralizzarli. “Noi siamo l’undicesimo comandamento: non rimanere impunito” (“thou shalt not get away with it“).
Reclutato non è esatto: il nostro protagonista viene letteralmente buttato a fiume, spacciato per morto, operato di chirurgia facciale (ovvero sbarbato, spettinato e giusto ritoccato al naso) e fornito di nuovo nome fighissimo: Remo Williams. Il titolo italiano è impeccabile: Il mio nome è Remo Williams. Vi chiamaste Remo Williams, non andreste anche voi in giro a vantarvi con tutti? Io lo farei.
[…]





Fonte: i400Calci
nel canale: cinema