Maria Corti rivive, la regina degli archivi in un ritratto a più voci

19/05/2022


[…]
È difficile definire o categorizzare Maria Corti a ragione degli interessi letterari poliedrici e multifocali come la sua formazione di base. Prima filologa e poi filosofa, ebbe illustri maestri come Terracini e Banfi da cui prese il meglio dell’insegnamento, mettendolo a frutto nel coniugare passato e futuro grazie al talento personale fatto di forti intuizioni.

Descritta dagli autori di questo omaggio, come donna vivace, amante della vita, irrequieta e curiosa, la sua accoglienza intellettuale, così mi viene di definirla, le permise di spaziare, nella sua fervente attività speculativa, da Dante agli Skiantos ai quali dedicò lo stesso approccio analitico in approfondimento delle trasformazioni culturali italiane nel campo della canzone.
[…]





Fonte: LuciaLibri
nel canale: libri-e-lit-blog