• cinema
  • May December (2024): l’arte della finta di corpo secondo Todd Haynes

May December (2024): l’arte della finta di corpo secondo Todd Haynes

31/03/2024


[…]
Dove sia esattamente la parte commedia sbandierata dai Golden Globe io francamente, non l’ho proprio capito, “May December” sicuramente ha elemento satirici, c’è una parte di sfottò all’industria cinematografica, alla ricerca di soggetti torbidi e alla moda da trasformare in film, in tal senso Natalie Portman è alle prese con un’altra donna che visse due volte, nel mezzo di una trasformazione non da donna a cigno come già fatto per Aronofsky, ma da Elizabeth a Gracie, tenendo conto delle sfaccettature dei personaggi coinvolti nel suo studio sociologico votato alla prova sul grande schermo.

Joe Yoo ben interpretato da Charles Melton è decisamente l’oggetto del desiderio, ma anche un uomo-bambino cresciuto rispetto agli eventi al centro della cronaca, ma per certi versi mai davvero maturato, dettaglio non da poco considerando che con un Elizabeth in vena di immedesimazione in casa, non aver fatto un passo in avanti rispetto a quando era tredicenne, risulta essere dinamite pronta ad esplodere.
[…]





Fonte: La Bara Volante
nel canale: cinema