MELVINS – TARANTULA HEART

01/05/2024


[…]
Il disco si apre con la mastodontica “Pain equals funny“, quasi venti minuti di allucinata suite heavy rock/sludge/doom, caratterizzata da diversi stop-and-go, in cui i nostri ribadiscono ancora una volta che, grazie al loro pot-pourri sonico summenzionato – e frullato fino a ottenere un sound “originale” – riescono a sfuggire a qualsiasi etichetta e catalogazione precisa nel R’N’R (se si esclude il calderone “alternative”, e ormai la definizione di “padrini del grunge” di Seattle gli va stretta) potendosi permettere di fare e disfare a loro piacimento, e conservando il pregio di non somigliare a nessun altro: i Melvins suonano solo come i Melvins.
[…]





Fonte: In Your Eyes ezine
nel canale: musica