• musica
  • “Mezzanine” dei Massive Attack

“Mezzanine” dei Massive Attack

20/01/2024


[…]
Questo disco rappresenta una svolta. Si perdono infatti le influenze soul e jazz in favore di un approccio più attento al rock bianco. Questo provoca frizioni e alcune defezioni all’interno del gruppo. I Massive Attack rimangono in due ma la responsabilità di questo lavoro ricade quasi interamente su Robert “3D” Del Naya.

Viene scelta come vocalist la cantante dei “Cocteau Twins”, Elisabeth Frazer, in possesso di un timbro vocale meraviglioso. Altro aspetto innovativo è l’inserimento di musicisti che suonano strumenti  reali che vengono utilizzati insieme ai campioni.
I brani di questo album rappresentano uin caleidoscopio di influenze diverse. Oltre ai campionamenti di musica black abbiamo quelli di musica rock o wave anni 80 tipo i “Cure”  i “Depeche Mode” o Siouxsie and the Banshees.

Uno dei brani più importanti, “Angel”, ha alcuni momenti che lo avvicinano al rock e ha una tensione ritmico-melodica molto pronunciata. La linea di basso è potentissima e molto scura e la batteria aumenta di dinamica lentamente. Per contrasto il cantato è quasi un salmodiare ritmico. Il tutto contribuisce a creare un’atmosfera cupa ma al contempo, estremamente intrigante.
È incredibile come tutto questo album, registrato più di venticinque anni fa, suoni ancora molto moderno e attuale.
Questa è Angel.
[…]





Fonte: Sandro Dandria
nel canale: musica