• musica
  • “Only a small part of my head” – intervista a Waving Blue

“Only a small part of my head” – intervista a Waving Blue

05/04/2024


[…]
Sul tuo Bandcamp c’è una tag “shoegaze-indiepop-dream-pop” scritta così, tutta attaccata: spesso a chi suona i generi e le etichette stanno stretti o danno fastidio, tu hai voluto scavalcare il problema abbracciando tutto? O magari è anche un po’ una provocazione nei confronti di chi finisce per essere troppo purista nella propria nicchia?

Lo shoegaze è indubbiamente il mio genere preferito, ma mi piacciono parecchie cose diverse e cerco di mettere anche queste nella mia musica. Prendi, per esempio, un pezzo come Cold Mornings: è assolutamente una canzone post rock ed è molto distante invece da un pezzo come The Strength, il pezzo che chiude il disco, che invece parte con un giro acustico, tipo Coldplay! Ebbene, sono due canzoni molto distanti tra loro anche se sono nello stesso disco. Il fatto è che suono quello che mi piace, senza cercare una coerenza stilistica a tutti i costi. L’impronta di fondo rimane comunque shoegaze – dreampop.
[…]





Fonte: Memoria Polaroid
nel canale: musica