• calcio
  • Perché la guerra tra Russia e Ucraina non cambierà la politica del calcio

Perché la guerra tra Russia e Ucraina non cambierà la politica del calcio

13/03/2022


[…]
Se vogliamo individuare i punti centrali che spingono a pensare che quanto sta avvenendo possa cambiare il rapporto tra il calcio e la politica, possiamo dire che essi sono essenzialmente tre: la presa di distanze da Gazprom, rimosso prima da sponsor dello Schalke 04 e poi della UEFA; le sanzioni contro Roman Abramovič, che mettono a rischio la stabilità del Chelsea; e l’esclusione della Russia dai Mondiali di Qatar 2022. Tre passaggi che hanno messo seriamente in crisi l’ipocrita assunto del governo del calcio globale per cui lo sport non fa politica; anche se poi, al Corriere della Sera, il presidente della UEFA Čeferin si è giustificato dicendo: “Non è politica, è una crisi umanitaria”.
[…]





Fonte: Pallonate in faccia
nel canale: calcio