Quelli che pensavamo di conoscere di David Joy

12/04/2024


«Alla gente piace pensare che il razzismo si manifesti in un certo modo, che sia un cartello “Solo bianchi” nella vetrina di un ristorante o una croce che brucia davanti alla casa di qualcuno, ma non è detto che sia così. Può essere molto più sottile di così. Può accendersi di tanto in tanto come quelle lucciole laggiù, in modo molto sottile. Al punto che se non ci fai attenzione probabilmente neanche lo vedi».

Joy, astro nascente di quello che è stato definito l’Appalachian Noir, prende un tema scottante e lo distribuisce in più voci – oltre ai personaggi già citati infatti troviamo la detective Leah e l’agente Ernie – e crea un intrigo nero che si allarga subdolo in ogni parte della città, tra le persone che, come dice il titolo, pensavamo di conoscere.

Quelli che pensavamo di conoscere è un viaggio nell’America che non ha ancora chiuso i conti con il passato che tace su quei conti e li nasconde come se non parlandone non esistessero.
[…]





Fonte: La lettrice geniale
nel canale: libri-e-lit-blog