• musica
  • RECENSIONE: MARK KNOPFLER (One Deep River)

RECENSIONE: MARK KNOPFLER (One Deep River)

21/04/2024


[…]
Perché le canzoni di Mark Knopfler sono tutte belle: basterebbe sceglierne una a caso anche da questo disco, e ascoltarla senza pregiudizio. Prendetevi quattro minuti. Fatto? Non è bella? Ecco, questo mio scritto potrebbe finire qui, senza che vi racconti di quanta malinconia e contemplazione serpeggi tra le dodici canzoni che compongono questo suo decimo disco in studio, popolate da continui rimandi al Tulsa Sound del suo mentore JJ Cale, fin dall’apertura ‘Two Pairs Of Hands’ , canzone che si sofferma sulla sempre dura vita del musicista on the road insieme a una band, mentre in ‘Ahead Of The Game’ ricorda con velata nostalgia i primi passi musicali.

Serve ricordare quanto la sua scrittura sia sempre magnificamente descrittiva come nel bel blues ‘Scavenger’s Day’ (uno dei pochi up tempo con la chitarra elettrica in evidenza) dove racconta di un poco di buono o in ‘Tunnel 13’ dove racconta la storia di tre banditi, i fratelli D’Autremont, con l’aiuto delle coriste?
[…]





Fonte: it's still rock and roll to me
nel canale: musica