• cinema
  • #RendezVousXIV: Le Régne animal, la recensione del film di Thomas Cailley

#RendezVousXIV: Le Régne animal, la recensione del film di Thomas Cailley

08/04/2024


[…]
La trasformazione di Émile, i cui segni si manifesteranno subito, è la chiave di volta di Le Règne animal
. Una rielaborazione del tema, come anticipato, che qui funge da perno per ribaltare lo sguardo dello spettatore sull’altro – gli infetti – a partire da un’esperienza sensoriale introdotta da uno stratagemma acustico (l’amplificazione di alcuni suoni come il respiro o i rumori della natura).

Uno dei lati più affascinanti del progetto di Cailley si situa proprio qui, nell’ipotizzare una Francia colpita da un’apparente male che divide gli uomini. Viene da sé qualsiasi rimando alla pandemia da COVID e a temi più che mai centrali per la nostra società, come la xenofobia, che rendono Le Règne animal un film strettamente attuale. In questo quadro, la relazione padre-figlio restituisce, di riflesso, tutti i nuovi tratti della famiglia moderna. François ed Émile vivono un rapporto difficile, fatto di pochi dialoghi (perlopiù scontri) e di continui trasferimenti, che finiranno per portarli nel sud del paese, nei pressi di una struttura dove sono internati tutti gli infetti.
[…]

 





Fonte: DassCinemag
nel canale: cinema