Requiem per un’ombra

12/04/2024


[…]
E come abbiamo imparato, leggendo,non può mancare la città che cambia seguendo l’evoluzione dei tempi,Torino con la periferia che da ex campagna diviene ex fabbrica; Mirafiori che non è solo e soltanto FIAT, il ristorante marocchino, lo spaccio sotto le tettoie del mercato, il market dei “ bangli ” ed il salone massaggi thailandese. Ma,qualche rigo sopra mi riferivo sull’essere investigatore privato, infatti in queste 268 pagine abbiamo a che fare con Sal Puglise, 63 anni, vicino, fortuna sua, alla pensione, considerato, a ragione, il decano degli investigatori privati in circolazione a Torino, che fa affidamento a contatti, che non sono altro che informatori, soprattutto gente a cui chiedere piaceri, senza segretaria e, cosa da non sottovalutare, con il lavoro che viene a cercarti e non l’inverso, alla ricerca di quel colpo grosso, di quella cosiddetta botta di culo che ti può far dare una svolta alla quotidianità ripetitiva, a quel qualcosa che aspetti e che ti fa cambiare decisamente, volente o meno, di sicuro volente.
Un investigatore che si fa desiderare, professionalmente.
[…]





Fonte: Giallo e Cucina | Giallo
nel canale: libri-e-lit-blog