Ride – Interplay: Recensione

29/03/2024


[…]
La loro è sicuramente una delle reunion più interessanti delle tante avvenute ultimamente, quantomeno correlata da buone pubblicazioni, anche se non siamo certo ai livelli di album seminali come “Nowhere” e soprattutto “Going Blank Again”, per una collocazione storica di per sé irripetibile. Detto questo, il collettivo di Oxford ha mantenuto le premesse, una ritrovata ispirazione e il giusto entusiasmo per tramandare alle nuove generazioni non solo i succitati capolavori di genere, ma anche nuova musica di valore per accompagnare al meglio la riscoperta di tutto il repertorio.

Venendo ad “Interplay”, citando lo stesso Andy Bell, trattasi di un lavoro che ha richiesto molto tempo, tra alti e bassi, forse come mai in passato, per portare a termine dodici tracce che fanno di questo settimo capitolo un disco ispirato, a mio avviso il migliore di questa seconda parte di carriera.
[…]





Fonte: Indie-Zone
nel canale: musica