Ritratti paradossali | Lettere

14/05/2024


[…]
Non esistono, nella famiglia costruita da Mesa, punti fermi, cuscini su cui atterrare in caso di caduta
. La famiglia non è un nido né delle semplici quattro mura che danno certezza, al contrario. È un ecosistema abbastanza grottesco, in cui tutto può accadere. La famiglia di Martina è terribile, ma ben presto si accorgerà che non può farci niente: è un dato di fatto, pura statistica. • «La famiglia è un limite per l’emancipazione umana», scrive M.E. O’Brien in Family Abolition: Capitalism and the Communizing of Care (Pluto Press, 2023). «Gli orrori della famiglia sono immensi, i suoi abusi diffusi, la sua logica coercitiva. La famiglia è una gioia per alcuni, una necessità per molti e un incubo per troppi. Dietro le sue porte chiuse, ogni casa è una scommessa».
La famiglia è una scommessa. Il recinto familiare, quel muro spesso che costringe gli individui in relazioni, causa un blocco immaginativo. Questo è quello che si legge spesso nei volumi non-fiction sul tema: cosa possiamo mettere al posto della famiglia? Con cosa può essere sostituita? La risposta è semplice: qualsiasi cosa. Martina, vittima del paradosso di sentirsi dire che non esistono segreti e problemi di comunicazione in un luogo che fa acqua da tutte le parti, potrebbe confermarlo.
[…]





Fonte: L'eco del nulla
nel canale: libri-e-lit-blog