“Stalingrado” Vasilij Grossman Adelphi Editore

10/05/2022


[…]
Sentiamo che “il campagnolo Vavilov” è un simbolo, pietra che resta sul cammino a ricordarci chi paga quando i potenti prendono strade che porteranno alla rovina.

“Allo scoppio della guerra con la Germania nazista, ovunque – in città grandi e piccole, nelle fabbriche, in campagna, sui fiumi e sui mari – la gente aveva capito una cosa: la fatica sarebbe stata grande, perché i tedeschi erano un popolo forte e pugnace e la Germania un paese forte e ricco.”

Lo scrittore riscatta la massa, ne mostra il pensiero e le preoccupazioni.

Ricorda che è compito del popolo, di quel popolo dimentato nelle storiografie ufficiali di essere in prima fila.

A pagare e a scontare le strategie imperialiste.
[…]





Fonte: CasaLettori
nel canale: libri-e-lit-blog