• cinema
  • Stopmotion (2024): malessere a passo uno

Stopmotion (2024): malessere a passo uno

30/03/2024


[…]
In “Stopmotion” c’è parecchio non detto, il regista Robert Morgan al suo esordio, come narratore dimostra a tratti di essere ancora uno tutto da fare, però l’atmosfera malsana è quella giusta e i personaggi che ruotano attorno alla coppia madre-figlia contribuiscono, uno è rappresentato dal fidanzato della protagonista Tom (Tom York), a tratti il suo unico contatto con l’umanità (o la realtà) quando Suzanne viene colpita da un ictus.

L’altro personaggio è quello della ragazzina, che non ho francamente capito da dove sia uscita (figlia dei vicini o visione onirica? Boh non è chiarissimo), sta di fatto che ad interpretarla è l’efficace Caiolinn Springall, afflitta dagli incubi racconta ad Ella della creatura mostruosa che la perseguita, un essere chiamato “The Ashman”, che era proprio quello di cui la novella animatrice a passo uno aveva bisogno, visto che rimasta sola con la sua plastilina in uno squallido appartamento decadente, necessitava proprio di un altro fantasma, questa volta forse non metaforico.
[…]





Fonte: La Bara Volante
nel canale: cinema