The First Omen

08/04/2024


[…]
Abbiamo già detto che Stevenson e il suo collaboratore fisso alla sceneggiatura Tim Smith (oltre alla nostra vecchia conoscenza Keith Thomas) è costretta a muoversi in un territorio già prestabilito, con tutto l’armamentario di numeri della bestia, sciacalli, profezie, varie ed eventuali preesistente e impossibile da modificare adesso. Ma non è soltanto questo: si tratta di roba vecchia, in un certo senso anche superata, una concezione di male e di occulto profondamente radicata negli anni ’70. E allora Stevenson sfrutta questi ostacoli e queste strettoie a suo vantaggio e gira un film degli anni ’70; lo gira in pellicola, innanzitutto, e gli conferisce un aspetto splendido, antico e sontuoso, con la pasta del 35mm che, ammirata su grande schermo, ha lo stesso effetto di un viaggio nel tempo.

Ha a disposizione 30 milioni di dollari, e si vedono tutti, sia nella ricostruzione d’epoca, sia negli effetti speciali pratici, sia nel potersi permettere grossi nomi in piccoli ruoli, sia infine, nel poter girare quasi tutto a Roma, che se di giorno rischia spesso di diventare una cartolina, di notte rivela la sua anima più oscura e feroce, quella di una città cattiva, che al male si è comunque consacrata, nonostante l’aria di santità posticcia che con la luce del sole si respira.
The First Omen è di una bellezza che fa male agli occhi.
[…]





Fonte: Il giorno degli zombi
nel canale: cinema