• cinema
  • The Morning Show ed i Fantasmi dell’America

The Morning Show ed i Fantasmi dell’America

10/02/2024


[…]
L’immagine degli USA odierni che esce efficacemente ed anche in modo molto equilibrato da questa serie Tv è quella di un popolo più che mai scisso ed in contrasto tra provincia e città, tra suprematisti bianchi e difensori dei diritti civili, tra lavoratori arrabbiati privati del loro sostentamento (disposti ad appoggiare politiche repressive oltre ogni immaginazione verso gli immigrati che spingono al confine meridionale) e ricchi banchieri di Wall Street accecati dai loro dividendi fuori scala, tra estremisti pro-life conservatori e violenti ed oscurantisti barricati nei fortini dei loro privilegi, tra anziani democratici persi nei consunti corridoi del potere di Washington e politici trumpiani mossi solo dalla cupidigia bugiarda e populista.

The Morning Show ha il merito di mettere in mostra tutto questo, creando in ciascuna delle tre serie un tema portante di bollente attualità (nella Prima è stato quello del blackmailing e della predazione sessuale in ambito lavorativo, nella Seconda l’impatto delle politiche di contrasto del COVID 19 sulla libertà individuale e nella Terza il potere mediatico ed il pericoloso carisma di uomini ricchissimi e di successo), personalizzando il problema con una caratterizzazione attoriale ben precisa (quasi un villain per ogni stagione) e poi orchestrando un balletto di intrecci narrativi e plot twist mai banali o causali, come in una sommessa danza macabra che sullo sfondo si agita e sottende ad ogni altra sottotrama, comprese quelle sentimentali (ingrediente essenziale ed inevitabile per ogni prodotto di intrattenimento popolare di successo).
[…]





nel canale: cinema