• cinema
  • The Northman (2022): l’arrivo di Eggers è atteso al Valhalla

The Northman (2022): l’arrivo di Eggers è atteso al Valhalla

03/05/2022


[…]
“The Northman” è la classica storia dove il più pulito ha la rogna, quasi un ritorno ai quei personaggi fatti di chiari e scuri (qui parecchio scuri), che il cinema contemporaneo con le punte arrotondate e il più delle volte, finanziato dalla Disney rifugge. Già solo per questo Roberto Uovatore si è dimostrato coerente e coraggioso, il suo piano è quello di raccontare la sua versione di Amleto, ma con i muscoli e la violenza del Conan di John Milius, a cui il suo film strizza più e più volte l’occhio spudoratamente. No sul serio, cosa vogliamo criticare ad uno così?

La storia comincia nel’895, con re Aurvandil (Ethan Hawke che fa un rutto, come Elio cambia il clima e poi sparisce dal film), che ritorna ferito dopo la battaglia nel suo regno per riabbracciare la regina Gudrún (Nicole Kidman) e il suo erede, il giovane principe Amleth. Dopo l’equivalente Eggers dell’iniziazione al segreto dell’Acciaio, ovvero un rituale che prevede come dicevo lassù rutti, scoregge e imitazioni di cani (giusto per ricordare che questo strambo Blockbuster di educato non ha proprio niente), il viscido zio del protagonista, Fjölnir, fratello di Aurvandill (Claes Bang, a mani basse il migliore del cast) uccide il fratello durante una nevicata che non potrà che non farvi pensare al film di Milius, ma anche il seguito, visto che a colpi di remo Amleth fugge, snocciolando il suo rosario dei morti ammazzati, il mantra della sua vendetta: «Ti vendicherò, padre. Ti salverò, madre. Ti ucciderò, Fjölnir!»
[…]





Fonte: La Bara Volante
nel canale: cinema